TRAGEDIA FERROVIARIA – EMERGENZA SANGUE

Sabato mattina 16 luglio dalle ore 8,00 alle 12,00 si potrà donare sangue presso l’Unità di Raccolta Fissa sita al primo piano dell’ospedale di Canosa.

SI INVITANO I CONCITTADINI A PARTECIPARE

 

E’ stata superata con successo la prima fase dell’emergenza relativa alla raccolta di sangue utile per assistere i feriti più gravi ed in pericolo di vita dell’incidente ferroviario avvenuto ieri fra Andria e Corato sulla linea gestita dalla ferrotranviaria (BariNord).

I donatori dell’Avis di Canosa si sono riversati in gran numero presso i Centri Trasfusionali dove era possibile donare, aiutando tra l’altro anche chi faceva questa esperienza per la prima volta.

In macchina o con mezzi pubblici, chiamando a raccolta amici, parenti, colleghi di lavoro, ancor prima del tam tam mediatico partito dai social network o dalle testate giornalistiche, molti donatori canosini, immaginando l’urgenza, si sono presentati spontaneamente presso i Centri Trasfusionali maggiormente attrezzati di Andria, Barletta, Molfetta e Bari per effettuare la loro donazione di sangue.

E’ necessario fare un po’ di chiarezza sulle decisioni prese nelle ore immediatamente seguenti l’incidente ferroviario.

Dopo essere stati contattati dalla Medicina Trasfusionale di Barletta ed Andria, insieme alle altre sedi Avis della nostra provincia abbiamo condiviso con il Direttore del Dipartimento dott. Eugenio Peres e con il Responsabile del SIT di Andria dott. Luciano Lorusso, la loro decisione di utilizzare nella prima fase dell’emergenza i soli Centri Trasfusionali di Andria e Barletta perché dotati di un maggior numero di personale e postazioni per la raccolta del sangue disponibile, perché vicini ai punti di raccolta dei laboratori per la lavorazione del sangue, per la presenza in loco dei feriti, e perché organizzati per garantire l’apertura dei centri per oltre 10 ore consecutive.

Come Avis Canosa abbiamo coordinato telefonicamente e tramite la nostra pagina Facebook l’arrivo dei nostri concittadini donatori presso i Centri trasfusionali della provincia di Bari e della Bat – ha dichiarato il presidente Avis Canosa Gianni Quinto-. Nella grande tragedia che ha colpito tante famiglie della nostra provincia, segnali di grande speranza arrivano anche da Canosa, sia attraverso i nostri associati sia attraverso tanta gente comune che sentendo forte l’esigenza di dare il proprio contributo umano, pur non avendo mai fatto l’esperienza della donazione del sangue, ci ha contattato per avere informazioni su dove poter donare”.

Al fine di garantire il mantenimento costante delle scorte di sangue in previsione di una assai probabile aumento della richiesta di nei prossimi giorni,  per sabato 16 luglio presso l’Unità di Raccolta Fissa sita al primo piano dell’ospedale di Canosa è stata organizzata una raccolta straordinaria che vedrà un sensibile potenziamento dell’equipe medica.

Al fine di garantire la migliore organizzazione possibile e ridurre i tempi di attesa, consigliamo a quanti vorranno donare per la prima volta di informarsi telefonando al numero 329-229.4351 (Avis Canosa) oppure di presentarsi presso la sede sita all’interno della Villa Comunale accedendo dall’ingresso di via Puglia venerdì 15 luglio dalle 19,30 alle 21,00.

 

Il presidente

dott. Giovanni Quinto

 

TRAGEDIA FERROVIARIA DI CORATO – Proseguono le donazioni per sopperire all’emergenza sangue presso l’Ospedale di Andria

 

IMG-20160713-WA0000 IMG-20160713-WA0001 IMG-20160713-WA0002